Mare Italia

Estate a Bosa: le spiagge più belle e i dintorni di Bosa Marina

Sardegna in una parola: meraviglia!

Le spiagge più belle di Bosa. Bosa Marina e i litorali incontaminati della costa ovest della Sardegna. I borghi da visitare in questa zona dell’Isola a pochi chilometri dal mare.

Maria di @like_a_puffin che ci ha fatto già conoscere il coloratissimo borgo di Bosa, ci accompagna a scoprire le spiagge più belle che si trovano nel raggio di pochi chilometri dal paese.

Scopri di più anche sulle spiagge più belle della costa centro orientale della Sardegna, dalle più conosciute e frequentate alle più selvagge.

Questa zona della costa sarda è ricca di calette e insenature che non hanno niente da invidiare ai paesaggi caraibici.

Calette e insenature incontaminate della costa della Sardegna centro orientale

Sabbia bianca e fine, mare turchese, rigogliosi paesaggi mediterranei e speroni rocciosi modellati dall’acqua del mare nel corso degli anni: dalle spiagge più conosciute a quelle più selvagge e nascoste, scoprirai ogni giorno angoli di paradiso diversi!

La spiaggia di Bosa Marina

Bosa Marina è un arenile di sabbia fine color ocra con sfumature dorate. Lunga e molto ampia con fondali bassi a riva, la spiaggia è ideale per le famiglie.

Le sue acque limpidissime hanno ricevuto il riconoscimento Cinque Vele da Legambiente e Touring Club Italiano. In cima al litorale, svetta la torre di avvistamento aragonese.

Le spiagge a nord di Bosa

Sicuramente le spiagge più belle dei dintorni sono quelle che si trovano a nord del borgo di Bosa.

Consigliatissima la spiaggia di S’Abba Druche, che in sardo significa “acqua dolce”. È caratterizzata da sabbia mista a ciottoli di fiume: sono tre le calette dove potrete tuffarvi in acque limpide!

In questo elenco non poteva mancare la super instagrammabile spiaggia di Cane Malu, una piscina naturale scavata nella trachite bianca. Mi raccomando, non portate l’ombrellone perché il litorale è formato interamente da scogliera.

Per un attimo vi sembrerà di essere atterrati sui crateri lunari se non fosse per il mare, il fondale e le sue onde a ricordarci che in realtà siamo in Sardegna.

Piscina naturale della meravigliosa Cane Malu

Sempre sulla strada che da Bosa ci porta ad Alghero, troviamo la spiaggia Compoltittu, un piccolo paradiso terrestre caratterizzato da sottile sabbia bianca, circondato e protetto da bellissimi promontori.

Sotto la Torre Argentina che sorge sopra all’omonima spiaggia, avrete l’imbarazzo della scelta perché ci sono diverse calette una a breve distanza dall’altra. Inoltre questa zona è ideale se siete amanti dello snorkeling.

Le spiagge a sud di Bosa

Andando verso sud troviamo poi la spiaggia di Turas, litorale di origine vulcanica le cui acque sono famose per le loro virtù curative.

Infine procedendo oltre Bosa sempre verso sud, si trovano altrettante spiagge meravigliose. Consigliatissima la spiaggia di Porto Alabe e per i più avventurieri non rimane che andare ancora più a sud e ritrovarsi a S’archittu, Santa Caterina di Pittinuri o Is Arenas.

Cosa vedere nei dintorni di Bosa oltre alle spiagge?

Questa zona della Sardegna si caratterizza per la produzione del vino, la Malvasia. Partendo da Bosa, può essere interessante una visita alle cantine dei paesini vicini come Flussio, Magomadas, Modolo e Suni sempre in provincia di Oristano, che vivono proprio di questa attività.

Una menzione particolare va fatta a Tinnura, piccolissimo comune italiano, conosciuto per l’uso dell’asfodelo e in particolare per l’ arte antichissima di fare dei cestini intrecciati con i gambi di questa pianta mediterranea.

Inoltre, negli ultimi anni si è assistito alla creazione di murales che hanno arricchito e reso sempre più gradevole questo paesino, dandogli l’aspetto di un museo a cielo aperto.

A pochi chilometri si raggiunge anche il caratteristico borgo di Cuglieri, conosciuto per la maestosa Basilica di Santa Maria della Neve che sorge in cima al paese e per il Museo dell’Olio, che è stato allestito all’interno di un frantoio.

Vicoli del borgo di Cuglieri, Sardegna

Anche nel territorio di Cuglieri si trova un Castello risalente al XII secolo o meglio si trovano i suoi ruderi. A Cuglieri si possono fare anche delle bellissime escursioni, essendo incastonata tra i monti Ferru e Entu, in una favolosa zona boschiva.

All’interno della vallata a meno di un’ora di cammino dal paese, si trova la cascata S’Istranpu de Massabari, incastonata tra i boschi, in un ambiente che sembra quasi fatato. Una curiosità: per raggiungere questa cascata bisogna superare un tunnel di edera a forma di cuore!

Sempre nel territorio di Cuglieri si raggiunge poi la maestosa cascata sul mare di Capo Nieddu, spettacolare nei periodi piovosi proprio perché le sue acque si riversano direttamente nel mare.

Eventi estivi a Bosa: rievocazioni storiche e folclore locale

Se vi trovate a Bosa nel mese di luglio, dopo una giornata di mare dovete assolutamente partecipare alla rievocazione storica che mette in scena l’arrivo della piccola Eleonora d’Arborea in Sardegna.

Il paese si trasforma in un borgo medievale autentico con musiche, danze e l’allestimento di banchetti tipici dell’epoca.

Sempre in estate, più precisamente la prima domenica di agosto, si svolge la festa della Madonna del Mare. La processione fluviale in suo onore è accompagnata da coloratissime barche.

I primi di settembre, invece, c’è il Wine Festival: il vino viene abbinato all’artigianato, al folklore e all’arte contemporanea. Ogni partecipante avrà il proprio calice e grazie ad una mappa potrà raggiungere le varie cantine dove assaggiare i fantastici vini locali.

Nel secondo weekend di settembre si festeggia poi Nostra Signora dei Regni Alti. Il quartiere medievale si riempie di piccoli altarini dedicati appunto alla Madonna, ornati con fiori e con i migliori pizzi di filet ricamati dalle donne del paese. La produzione tessile artigianale è un vanto del patrimonio culturale sardo.

La processione di solito è seguita da gruppi folkloristici di vari comuni della Sardegna con i loro costumi tipici, vere e proprie opere d’arte indossate.


Se amate i piccoli borghi come me, allora vi consiglio di dare uno sguardo a questa selezione di borghi italiani da vedere almeno una volta. Prendete carta e penna e segnateli tutti!

Ultimo aggiornamento 15 Marzo, 2021 di Alessia Carbone