Borghi d'Italia

Pontremoli: il centro storico, il Castello e le passeggiate

pontremoli centro storico

Sara di ilcuoreinvaligia.com ci porta a visitare Pontremoli: il centro storico, le botteghe, il Castello del Piagnaro, i ponti e le viuzze medievali ne fanno il posto ideale per un weekend rilassante, romantico ma anche culturale. Pontremoli sarà anche per voi una bella scoperta.

Dove si trova Pontremoli?

Pontremoli si trova in provincia di Massa Carrara in Lunigiana, un bellissimo angolo di Toscana, terra ricca di tradizioni, storia e sapori antichi.

La distanza di Pontremoli dal mare è di circa un’ora d’auto, la località costiera più vicina è Marinella di Sarzana che dista poco più di mezz’ora d’auto.

Centro storico di Pontremoli, palazzi e botteghe artigiane

Centro storico di Pontremoli: itinerario consigliato

Il centro storico di Pontremoli si snoda fra ponti medievali e strade in pietra che conducono al Castello del Piagnaro. Trascorrerci un paio d’ore vale assolutamente la pena.

Sapevi che il nome Pontremoli deriva da “pons tremulo“, ossia il vecchio ponte in legno che collegava le due parti del paese?

La visita al borgo di Pontremoli può iniziare dal Ponte della Cresa, punto di accesso privilegiato perché immette direttamente nei vicoli medievali. Passeggiando per le viuzze del paese si sale fino al Castello del Piagnaro, splendido esempio di architettura medievale che ospita il Museo delle Statue Stele.

Tornando giù, proseguiamo in Piazza del Duomo, punto di ritrovo ma anche sede del mercato del sabato. Entriamo a visitare la Cattedrale di Santa Maria Assunta.

Un’altra piazza di ritrovo si incontra subito dopo: Piazza della Repubblica, con alcuni bar, tra cui il famoso bar degli Svizzeri dove Sara consiglia di gustare i dolci tipici, gli amor di Pontremoli, gustose cialde farcite con crema.

Segue la Torre del Campanone che costituisce ciò che resta dell’antica Fortezza dei Cacciaguerra. Proseguendo su questa via centrale si arriva al tratto finale del borgo di Pontremoli dove si trova un altro ponte medievale sotto cui scorre il torrente Verde. Un bellissimo angolo di pace e tranquillità.

Mastio del Castello del Piagnaro, Pontremoli

Duomo di Pontremoli

Il Duomo di Pontremoli è intitolato a Santa Maria Assunta, fu costruito a partire dal 1636. La facciata in stile neo-rinascimentale è più recente, fu edificata nel 1881. All’interno della chiesa sono custoditi splendidi affreschi del Settecento.

Veduta della chiesa e del mastio del Castello di Pontremoli

Castello del Piagnaro di Pontremoli

Il Castello del Piagnaro che si trova nella parte più alta di Pontremoli, si può raggiungere a piedi oppure, se si vuole evitare la salita abbastanza impegnativa, prendendo l’ascensore da Porta Parma.

Fatto costruire a scopo difensivo, nel corso del tempo è stato oggetto di numerose ricostruzioni e ampliamenti. Oggi si presenta con un imponente mastio e una serie di torrioni con camminamenti da cui si staglia una vista a perdita d’occhio su Pontremoli e dintorni.

Vista panoramica dal Castello del Piagnaro di Pontremoli

Museo delle Statue Stele di Pontremoli

Pontremoli è famosa per il Museo delle Statue Stele Lunigianesi che si trova all’interno del Castello del Piagnaro. Le statue stele sono testimonianze del passato preistorico della zona e rappresentano sia uomini che donne, la loro funzione originaria resta in gran parte un mistero.

Museo delle Statue Stele, Pontremoli

Villa Dosi Delfini – Pontremoli

Vale la pensa visitare anche Villa Dosi Delfini, una villa seicentesca appartenuta alla Famiglia Dosi che storicamente l’ha utilizzata come casa di villeggiatura estiva.

Non è sempre aperta ma è possibile verificare giorni e orari di apertura sul sito web e prenotare eventualmente una visita.

Dintorni di Pontremoli: agriturismi con piscina e b&b

A chi cerca un b&b a Pontremoli vicino al centro storico, Sara consiglia “Ai Chiosi”, un’antica casa rurale adibita a struttura ricettiva, situata a 200 metri da centro.

Altrimenti a pochi chilometri dal borgo, ci sono bellissimi agriturismi con piscina come “Costa D’Orsola”, struttura in pietra immersa tra le colline, con ristorante interno dove si mangia molto bene.

In località Filattiera, ad una decina di chilometri da Pontremoli, Sara consiglia il “Podere Magaiana”, antico casale del XV° secolo ristrutturato, con piscina e maneggio.

Ben recensito anche l’agriturismo “Montagna Verde” che si trova a Licciana Nardi, un altro bel borgo lunigianese, nella cornice del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano. Da Pontremoli dista una mezz’ora d’auto. Si tratta di un albergo diffuso diviso in due parti: una costituita dall’area ristorante e l’altra dalle camere.

Le stanze si trovano in quello che era un antico borgo, ristrutturato e recuperato secondo i criteri di edilizia sostenibile. Troverete anche il laboratorio del miele, gli essiccatoi delle castagne, il bioparco e l’azienda agricola biologica. Il ristorante propone menu e prodotti a chilometro zero.

Un’ampia piscina per gli ospiti regala una splendida vista panoramica. Insomma, la struttura non è vicino al centro storico di Pontremoli ma varrebbe la pena prenotare per vivere un’esperienza particolare.

Sempre a Licciana Nardi un’altra struttura consigliata è “Castel Del Piano”, un antico castello malaspiniano riadattato a bed & breakfast che offre una piscina, un ristorante e una colazione a base di torte fatte in casa.

b&b Pontremoli, agriturismo con piscina

Dove mangiare a Pontremoli: ristoranti consigliati

Ovunque ci si fermi a pranzo o cena a Pontremoli si mangia bene ma ci sono dei localini in particolare che Sara ci tiene a consigliare.

“Trattoria Norina” è un locale tipico che si affaccia sul fiume, dovreste assaggiare antipasti con torta d’erbi e frittelle di farina di castagne che in autunno si raccolgono proprio in questa zona, accompagnate da ricotta fresca. Ottimi anche i piatti a base di funghi locali, dal pregiato porcino IGP ad altre pregiate varietà.

Tra i primi piatti Sara suggerisce i testaroli di Pontremoli, una specie di crespelle fatte con farina di grano, acqua e sale conditi con pesto che prendono il nome dal “testo”, il recipiente in ghisa o terracotta in cui tradizione vuole che vengano cotti. Deliziosi. Approvate anche la trattoria “L’Oca bianca” e “Osteria da Bussè”.

A chi è interessato invece a fare degustazioni a Pontremoli, Sara suggerisce le “Cantine Belmesseri”. Inoltre non ci è stata in prima persona ma le hanno parlato bene anche del “Podere Fedespina”, che però si trova a Mulazzo, un altro caratteristico borghetto della Lunigiana. Si organizzano degustazioni e, su prenotazione, visite alla cantina.

Dove mangiare a Pontremoli i testaroli, ristoranti consigliati

Pontremoli: dove passeggiare?

Pontremoli a livello naturalistico è diversa da tutto il resto della Toscana: circondata da boschi e torrenti, è zona di castagne e funghi. Ovunque si va, si trovano sentieri immersi nel verde dove fare passeggiate nella natura.

Se amate passeggiare sul lungofiume, potreste percorrere il sentiero che inizia dal Ponte del Casotto, passa per il Ponte della Cresa e continua lungo le rive del fiume Magra.

Passeggiate a Pontremoli, ponte e lungofiume

Escursioni a Pontremoli: Cascata del Piscio, Stretti di Giaredo e Lago Verde

A chi ama invece le escursioni avventurose, consigliamo gli Stretti di Giaredo, un percorso lungo quasi un chilometro caratterizzato da una serie di gole strette e profonde fino a 20-30 metri, alternate a cascatelle e laghetti.

Si può prenotare un’escursione di trekking fluviale per esplorare il torrente Gordana. Il percorso è adatto a tutti.

Infine segnaliamo la Cascata del Piscio, una delle più suggestive della Toscana, raggiungibile dal paese di Pracchiola con un percorso di circa 30 minuti. Salta una parete di arenaria tuffandosi in un laghetto dall’acqua limpida e freddissima!

Se si vuole esplorare il territorio con i suoi boschi in modo diverso, ci sono anche numerosi maneggi che organizzano passeggiate a cavallo.

Un’altra escursione consigliata a chi è più esperto e allenato è quella che dal paese di Cervara, frazione di Pontremoli, conduce al Lago Verde e alla Cascata del Farfarà. Si snoda lungo un’antica via di montagna anche detta via degli Abati.

Stretti di Giaredo escursioni

Festa Medievale di Pontremoli

La più importante rievocazione medievale che si svolge a Pontremoli è “Medievalis”, che si tiene ogni anno a metà agosto.

Per l’occasione il paese si anima con sfilate in costume, laboratori per bambini, inoltre si può mangiare cibo tipico nelle taverne addobbate a festa. Nel Castello illuminato si organizza una cena medievale con mangiafuoco e spettacoli vari.

Cosa vedere nei dintorni: borghi vicino a Pontremoli

Nei dintorni di Pontremoli si possono visitare vari borghi caratteristici tra cui Filetto, un piccolo gioiellino perfettamente conservato di origine medievale con le sue 4 torri. Poi segnaliamo Bagnone, altro borgo medievale con il castello malaspiniano e il fiume Magra che scorre ai suoi piedi.

Fivizzano ospita la piazza centrale con la fontana Medicea e la sua particolarità sta nell’antica Farmacia Clementi e la sua China, bevanda liquorosa alle erbe dai mille usi e qualità. Fosdinovo è forse uno dei borghi più belli della Lunigiana con il Castello che domina la valle, avvolto da leggende e un storia di fantasmi.

Infine Filattiera con la sua pieve medievale, Castevoli, Castagnetoli, Mulazzo: tutti piccoli borghi magici!

Borgo di Filetto, Lunigiana

Se vi trovate in Toscana tra Siena e dintorni, dovreste visitare Sovicille, il comune più ricco di pievi, abbazie e ville della regione.

Ultimo aggiornamento 28 Novembre, 2021 di Alessia Carbone