Borghi d'Italia, Weekend Italia

Cosa vedere a Pescocostanzo, il borgo abruzzese del merletto a tombolo

Scorcio del centro storico di Pescocostanzo, in Abruzzo

In compagnia di Lucia di @itinerarte, accompagnatrice turistica ed operatrice culturale, oggi scopriamo cosa vedere a Pescocostanzo e cosa fare in questa deliziosa cittadina medievale d’Abruzzo, in provincia dell’Aquila.

Passeggiate tra le pittoresche case e le vetrine dei suoi negozietti e laboratori orafi, visitate le chiese storiche e assaggiate i piatti della tradizione. Segnatevi cosa vedere a Pescocostanzo e godetevi uno dei Borghi più belli d’Italia!

Negozietti artigianali nel centro storico di Pescocostanzo, borgo in provincia dell'Aquila

A Pescocostanzo tutto sembra essere fermo in un’epoca lontana e il grazioso centro storico vi accoglie in modo semplice e cordiale.

Passeggiando per il borgo si incontra tutto un susseguirsi di caratteristici edifici storici, case in pietra nuda e chiese, che si snodano tra i viali pavimentati in pietra e viuzze impreziosite da facciate fiorite.

Facciate fiorite degli edifici del centro storico di Pescocostanzo, in Abruzzo.

L’attrattiva principale di Pescocostanzo sono indubbiamente le facciate dei suoi palazzi con scale, balconi e davanzali adornati con cascate di fiori coloratissimi che si lasciano ammirare e fotografare ad ogni angolo.

Davanzali fioriti delle finestre del centro storico di Pescocostanzo, borgo abruzzese.

Pescocostanzo è un vero gioiellino tra le montagne aquilane e uno dei più caratteristici borghi d’Abruzzo.

Cosa vedere a Pescocostanzo? Botteghe, chiese ed edifici storici

Difficile classificare i punti d’interesse più belli di Pescocostanzo, in quanto l’intero borgo è accogliente e pulito, con un’area pedonale così ampia e curata che è un vero piacere intrattenersi e passeggiarci.

Salendo via Ottavio Colecchi, la strada che porta al centro storico, si vedono una dopo l’altra quelle che un tempo erano le antiche botteghe di artigianato locale, dove gli artigiani praticano ancora oggi i mestieri loro tramandati dal Medioevo.

Qui un tempo si lavorava il ferro, si intagliava il legno ma soprattutto si realizzava – e si realizza ancora oggi – il merletto a tombolo, un caratteristico e raffinato pizzo fatto a mano. Una delle più alte espressioni dell’artigianato tipico di tutta la regione.

Cosa vedere a Pescocostanzo: la lavorazione del merletto a tombolo, espressione della tradizione artigianale d'Abruzzo.

Giunti in centro, si incontrano palazzi storici, diverse chiese tra cui la Basilica di Santa Maria del Colle e la piazza principale del Municipio.

La Basilica di Santa Maria del Colle

In via Falconio Diomede, a due minuti dalla piazza centrale, incontriamo la Basilica di Santa Maria del Colle, una chiesa dell’XI secolo tra le più interessanti d’Abruzzo, più volte rimaneggiata, di stampo barocco con splendidi affreschi e un pregevole soffitto ligneo a cassettone.

La particolarità è che si accede alla Basilica tramite una scenografica scalinata che porta all’ingresso laterale della chiesa stessa. Fermatevi qualche istante lungo le scale, perché da qui si gode di una bellissima vista. Ammirate e fotografate l’antico portale risalente all’XI secolo.

Scalinata che conduce all'entrata laterale della Basilica di Santa Maria del Colle, nel borgo di Pescocostanzo.

Accanto alla basilica c’è un’altra chiesa, quella dedicata a Santa Maria del Suffragio ai Morti. Vale la pena entrarci anche solo qualche minuto per ammirare decorazioni di gusto barocco e pregevoli sculture in legno seicentesche.

Piazza del Municipio

Si prosegue verso la triangolare piazza del Municipio dominata dalla fontana centrale e dal palazzo del Municipio con la Torre dell’Orologio.

Cosa vedere a Pescocostanzo: la Torre dell'Orologio in Piazza del Municipio

Piazza del Municipio ospita anche Palazzo Fanzago, oggi sede del Museo del Merletto a tombolo. Le collezioni sono organizzate su due piani, al primo piano sono in mostra i prodotti dell’artigianato artistico locale, mentre al secondo piano i lavori storici realizzati con il merletto.

Strada che conduce alla piazza centrale del borgo di Pescocostanzo, con la Torre dell'Orologio

Il palazzo, costruito dal famoso architetto Cosimo Fanzago, non presenta finestre ma solo nicchie decorative. Originariamente ospitava, infatti, il convento delle monache di clausura le cui finestre si trovavano sul cortile interno e non sulla facciata esterna.

Dalla piazza si diramano diverse strade. Se si prosegue per via Roma, si incontrano le scale che conducono ad una piccola altura dove sorge la chiesetta di sant’Antonio Abate e dove si può ammirare una bella vista sul borgo e sul paesaggio circostante.

Eventi a Pescocostanzo

Ogni anno a Pescocostanzo si organizzano diversi eventi per tutto il mese di agosto che si svolgono nella piazza principale o presso il cortile di Palazzo Fanzago.

In particolar modo, si celebra la festa medievale degli antichi mestieri, una rievocazione storica con cortei in costumi d’epoca. Si tiene a fine estate ed è un appuntamento di folklore e tradizione molto atteso.

Cosa fare a Pescocostanzo con i bambini

Le famiglie con bambini possono trascorrere una giornata al Bosco di Sant’Antonio, ad una decina di minuti in auto da Pescocostanzo, una riserva naturale di faggi secolari, luogo tranquillo ideale per passeggiate a piedi e a cavallo, picnic e trekking.

Dove mangiare a Pescocostanzo: ristoranti consigliati

In piazza ci si può fermare per rilassarsi con un aperitivo in uno dei numerosi bar-vinerie. Fermatevi da Vin Café dal Corvo, in via della Fontana, l’aperitivo è eccellente con una vasta scelta di vini, salumi e formaggi locali.

Tra i ristoranti presenti Lucia consiglia, perché lo ha provato personalmente e lo ha assolutamente promosso, il Ristorante La Terrazza, che ha una sala superiore al chiuso ed una terrazza dove si mangia con una vista superlativa.

Ordinate maccheroni con le ceppe (una delle paste abruzzesi fatte in casa più buone in assoluto!) e arrosticini di pecora. Non perdetevi, poi, i biscotti al farro e grano saraceno con miele.

Cosa mangiare in Abruzzo a Pescocostanzo: arrosticini di pecora.

In giro ci sono comunque tanti ristoranti e pub dove poter mangiare. Il consiglio è sempre quello di prenotare con anticipo.

Dove dormire a Pescocostanzo: hotel e B&B

Ora che sappiamo cosa vedere a Pescocostanzo, ecco qualche suggerimento su dove alloggiare nel caso in cui decidessimo di trattenerci almeno una notte. A seconda delle esigenze e del budget a disposizione, diverse sono le soluzioni per dormire a Pescocostanzo, di vario genere e per tutte le tasche.

Gli hotel non mancano così come i b&b ma la soluzione più gettonata è forse l’affitto di appartamenti, un’alternativa consigliatissima perché le case qui sono davvero deliziose.

Ad ogni modo, ecco un paio di strutture consigliate:

Hotel Le Torri (Via del Vallone): struttura molto elegante, si trova nei pressi della Basilica ed ha ottime recensioni.

Donna Matilde (Via Carlo Sabatini): appena fuori dal centro storico, a pochi minuti a piedi dalla passeggiata pedonale. La struttura è molto accogliente a detta delle numerose recensioni.

In alternativa, come ha fatto Lucia, potreste alloggiare in una delle strutture di Castel di Sangro, a circa 20 minuti d’auto dal borgo. Questo paesino è un buon punto di partenza per la visita di Pescosostanzo e della zona circostante.

Cosa vedere nei dintorni di Pescocostanzo?

Per la visita al borgo di Pescocostanzo mettete in conto circa 2/3 ore, al massimo una mezza giornata se ci si trattiene anche a mangiare.

Potete quindi in un solo giorno o in un weekend dedicarvi anche ad altri luoghi d’interesse nelle vicinanze e concedervi qualche altra esperienza da portarvi a casa al ritorno.

L’Altopiano delle Cinquemiglia con le stazioni sciistiche

L’Abruzzo è un paradiso di parchi nazionali e zone montane per la gioia degli sciatori più e meno esperti che in inverno potranno divertirsi presso alcune delle stazioni sciistiche più famose d’Italia. Pescocostanzo è infatti vicino ai più importanti impianti sciistici dell’Appennino abruzzese.

Nel raggio di pochi chilometri si raggiungono Roccaraso e Aremogna, località dove andare a sciare, esplorare le montagne con le ciaspole d’inverno e fare trekking ed escursioni d’estate, da soli o con esperti accompagnatori.

Roccaraso, una delle località sciistiche più famose dell'appennino abruzzese e di tutta Italia.

L’Altopiano delle Cinquemiglia è una distesa montana incontaminata che potete ammirare semplicemente percorrendo la Statale 14 che collega tra loro i vari paesini della zona: la strada che attraversa l’Altopiano è una delle più belle d’Abruzzo!

Altri borghi abruzzesi

L’altopiano, inoltre, è disseminato di tanti altri caratteristici borghi e paesini che si trovano nelle immediate vicinanze di Pescocostanzo: Rivisondoli, Pettorano sul Gizio, Scontrone o Castel di Sangro, sono tutti distanti non più di una mezz’ora ed assolutamente da non perdere.

Dove si trova Pescocostanzo? Dove parcheggiare?

Il borgo di Pescocostanzo si trova in provincia dell’Aquila nel cosiddetto Alto Sangro, ad un’altitudine di circa 1400 metri sul livello del mare.

Parcheggiare è abbastanza semplice perché prima di giungere in centro storico, rigorosamente pedonale, c’è una comoda area parcheggio con strisce blu a pagamento che proseguono anche intorno alla Villa Comunale. Se si è fortunati si trova posto gratuitamente anche lungo la strada superato il parcheggio.

Come arrivare a Pescocostanzo

Vediamo come arrivare a Pescocostanzo in auto e in treno.

In auto:
da Roma/Pescara autostrada A25 uscita Sulmona – SS17/SS84 fino a Pescocostanzo; da Napoli autostrada A1 uscita Caianello – SS85 fino a Isernia – SS17 fino a Pescocostanzo.

In treno:
Stazione ferroviaria di Rivisondoli-Pescocostanzo.


Hai trovato utili questi suggerimenti su cosa vedere a Pescocostanzo? Scopri di più su un altro bellissimo borgo italiano. Un indizio: è famoso per il Castello Scaligero e per la Strada del Vino. Stiamo parlando del borgo veneto di Soave.