Borghi d'Italia

Cosa vedere a Monselice, il borgo padovano tra storia e leggende

Castello di Monselice, Padova

Uno dei 15 comuni dei Colli Euganei caratterizzati da città murate e borghi pittoreschi: in compagnia di Annalisa scopriamo cosa vedere a Monselice, in provincia di Padova. Ecco i luoghi d’interesse da non perdere in questa graziosa cittadina veneta.

Passeggiate tra i vicoli del centro storico ed assaporate quell’atmosfera che vi porta come indietro nel tempo.

Vicolo caratteristico del centro storico di Monselice con il suo tipico impianto medievale

Tesori storici, architettonici e artistici ed un meraviglioso connubio con la natura: trascorrere anche solo qualche ora a Monselice è piacevole e distensivo.

Cosa vedere a Monselice?

Considerate che Monselice è piccola e raccolta, per cui si lascia visitare tranquillamente in una mezza giornata. I punti salienti sono le mura storiche, il Duomo Vecchio, il sentiero collinare con le 7 chiese ed il Castello Cini.

Dettaglio delle mura medievali del Castello Cini Monselice, in provincia di Padova

Sono tutti molto vicini, il percorso è un pò in salita ma molto piacevole. Mettete in conto qualche ora in più se avete in programma di visitare anche la Rocca e di fermarvi per pranzo o cena.

Iniziate dalla piazza principale, Piazza Mazzini: ampia e tipicamente medievale è il cuore di Monselice e crocevia delle stradine e dei vicoli del centro storico.

Un angolo di Piazza Mazzini a Monselice (Padova), con la Torre Civica o dell'Orologio

È qui che si svolgono eventi e manifestazioni, si affacciano locali, attività commerciali e diversi edifici storici tra i quali la Torre Civica o dell’Orologio, il Palazzo e la Loggetta del Monte di Pietà e la Chiesa di San Paolo adibita a museo della Città.

Chiesa di San Paolo a Monselice in provincia di Padova, adibita a Museo della Città

Entrando in via Palladio, proseguiamo verso il Castello di Monselice.

Castello di Monselice: orari e visite guidate

Il Castello di Monselice o Castello Cini è composto da diverse unità (edificate tra l’XI e il XVI secolo):

  • Il Castelletto con la Casa Romanica, che è la parte più antica a cui appartengono: la cucina medievale (al piano terra) e la Sala del Consiglio Carrarese (al piano superiore).
  • La Torre Ezzeliniana, voluta a scopo difensivo da Ezzelino III da Romano. Il piano terra ospita una bellissima Armeria, mentre al primo piano si trova l’appartamento rinascimentale della famiglia veneziana Marcello. Al secondo piano si possono ammirare il Salone d’Onore e la sala del Camino con monumentali camini “a torre”, unici in Italia.
  • Cà Marcello è la parte rinascimentale con un meraviglioso soffitto, realizzata dalla famiglia Marcello per collegare i due lati preesistenti e separati.

La visita si svolge in compagnia di una guida turistica, ed i biglietti si possono acquistare sul posto. Il Castello è aperto al pubblico tutti i giorni.

Le mura del Castello di Monselice, in provincia di Padova

Da Marzo ad Ottobre:
h 09:00 – 11:00
h 15:00 – 17:00

Nei mesi di Novembre, Dicembre e Febbraio l’orario di apertura è il seguente:
h 10:00 – 11:00
h 14:00 – 15:00

Il prezzo del biglietto d’ingresso al Castello:
€ 20,00 biglietto famiglia
€ 10,00 intero Castello + Antiquarium Longobardo + Museo delle Rarità Carlo Scarpa

Fantasma, amori e leggende

Alcune leggende locali narrano che il castello di Monselice sia infestato dal fantasma di Avalda, l’amante di Ezzelino, un uomo noto per essere brutale e spietato con chi lo ostacolava.

Si dice però che Ezzelino fosse talmente invaghito della bella concubina che addirittura le donò il castello di Monselice. Ma quando il tiranno si stancò di lei, la fece uccidere da un sicario e sembra che oggi la donna vaghi ancora vestita con un abito bianco tutto insanguinato tra le stanze del Castello…

A due passi dal Castello di Monselice, proseguendo lungo il sentiero in salita, si può ammirare (dall’esterno) la bellissima Villa Nani. Si incontra poi la Chiesa di Santa Giustina (Duomo Vecchio).

Facciata della Chiesa di Santa Giustina, detta anche Duomo Vecchio di Monselice

Si arriva, infine, al Santuario Giubilare delle Sette Chiese.

Il Santuario delle Sette Chiese

Il Santuario Giubilare delle Sette Chiese è un percorso che si compone di 6 Cappelle ubicate una accanto all’altra mentre la settima, la Chiesa di San Giorgio, si raggiunge con una passeggiata di circa un chilometro.

Dettaglio di una delle Cappelle del Santuario Giubilare delle Sette Chiese, a Monselice

Una curiosità rilevante è che Papa Paolo V concesse l’indulgenza plenaria ai pellegrini che avessero visitato il Santuario, privilegio equivalente a quello concesso alle sette maggiori basiliche di Roma.

Non a caso, ognuna delle sei cappelle di Monselice porta il nome di una basilica romana: Santa Maria Maggiore, San Giovanni in Laterano, Santa Croce in Gerusalemme, San Lorenzo fuori le mura, San Sebastiano e Santi Pietro e Paolo.

Cappelle del Santuario Giubilare delle Sette Chiese, nel cuore dei Colli Euganei a Monselice

Proseguendo con una bella camminata, poco più avanti rispetto alla Chiesa di San Giorgio, si può ammirare Villa Duodo, oggi sede del Centro Internazionale di Idrologia dell’Università di Padova.

Facciata di Villa Duodo a Monselice, sede dell'Università di Padova

A sinistra della Villa, c’è l‘Esedra dedicata a San Francesco Saverio (che un tempo soggiornò a Monselice) e la scalinata in pietra che porta alla Rocca.

Vale la pena arrivare fin qui anche per il bel panorama sulla pianura di Monselice!

Monselice: eventi e rievocazioni storiche

Se c’è una cosa da vedere a Monselice assolutamente, questa è la rievocazione medievale “la Giostra della Rocca“, che si svolge ogni anno nei week-end di Settembre e comprende moltissimi eventi a tema:

  • partita a scacchi viventi in notturna
  • sfida dei tamburini
  • mercatino medievale
  • gare di abilità come il tiro con l’arco, staffetta e gara della macina
  • degustazioni e spettacoli.

La manifestazione vede la partecipazione delle 9 contrade di Monselice.

Partita a scacchi viventi a Monselice, in occasione della festa medievale "La Giostra della Rocca"

La terza domenica del mese, in particolare, si svolge la “Gara della Quintana”. La mattina solitamente si tiene il corteo storico, una suggestiva sfilata per le vie del centro con personaggi in abiti medievali ed un mercatino dove le nove contrade monselicensi allestiscono ciascuna la propria bottega medievale, mettono in vendita prodotti tipici e presentano le attività artigianali del medioevo.

Sembra di ritornare letteralmente indietro nel tempo e vivere come in un film!

Verso le 14:00 si svolge la gara vera e propria nella quale i cavalieri devono centrare con la lancia 3 anelli dal diametro decrescente.

Dove mangiare a Monselice: ristoranti consigliati

Annalisa consiglia il ristorante La Torre. Si trova in pieno centro, vicino alla Torre da cui prende il nome e a pochi passi dal Castello. Siccome è sempre pieno, si consiglia vivamente di prenotare.

Il menù è molto vario, potete ordinare piatti della tradizione veneta e specialità al tartufo. Da provare le bavette con cacio-ricotta e limone e come dolce il tiramisù o la zuppa inglese.

Dove dormire a Monselice: B&B e Hotel

Ecco un paio di strutture consigliate a pochi passi dal centro storico:

Hotel La Selce (via Sottomonte): si trova a duecento metri dalla stazione ferroviaria, ha un ampio giardino. Prezzi abbordabili e buone recensioni.

B&B Fortuines (via Scamozzi): B&b molto accogliente, forse un po’ vintage nell’aspetto ma in quanto a servizi e pulizia fa sentire come a casa.

Monselice e dintorni: i borghi di Arquà Petrarca, Montagnana ed Este

Ora che sappiamo cosa vedere a Monselice, passiamo ai suoi dintorni!

A circa 6 km, si trova Arquà Petrarca, altro bellissimo borgo veneto che mantiene inalterato il fascino antico medievale. Il nome deve la sua notorietà al poeta Francesco Petrarca, che vi passò gli ultimi anni della sua vita.

Vicoli del centro storico di Arquà Petrarca, borgo veneto a pochi chilometri da Monselice

Altri due borghi consigliati nei dintorni di Monselice sono Montagnana ed Este, che vantano una cinta muraria in ottimo stato di conservazione.

Consigliata anche una visita al Castello del Catajo a Battaglia Terme, sempre vicino a Monselice, a solo 8 km: una magnifica fortezza con un immenso giardino… anche questa con il suo fantasma annesso!

Senza dimenticare il giardino di Villa Barbarigo a Valsanzigo, a 7 km da Monselice. E per non farsi mancare nulla, a circa 14 km c’è Montegrotto Terme famosa per le sue cure termali.

Dove si trova Monselice?

Monselice è un comune della provincia di Padova, situato a sud-est dei Colli Euganei. Il suo centro storico si concentra tra le pendici di due colli: quello della Rocca (chiamato anticamente Mons silicis) ed il monte Ricco.

Come arrivare a Monselice

Ecco come arrivare a Monselice in auto e in treno.

In auto:
Monselice-Padova: 22 Km di distanza.

In treno:
Stazione FS di Monselice (tratte Venezia-Padova-Bologna e Monselice-Mantova).

Dove parcheggiare?

Si può lasciare l’auto in Piazza Ossicella, a 200 metri dal Castello. In alternativa: in zona Campo della Fiera (Via 28 Aprile 1945) o Cava della Rocca (Via San Biagio).


Se vuoi sapere qualcosa in più su cosa vedere a Monselice, scrivimi in direct su Instagram! Ti consiglio di leggere anche l’articolo su Soave, altro borgo veneto famoso per il Castello e la Strada del Vino.