Borghi d'Italia, Weekend Italia

Bevagna: cosa vedere nel borgo del Mercato delle Gaite

Visitare questa caratteristica cittadina umbra è come fare un salto indietro nel tempo. Oggi siamo in compagnia di Stefania di @prendereilvolo che ci racconta la sua visita a Bevagna: cosa vedere, le esperienze da non farsi mancare e l’evento più rappresentativo di uno dei Borghi più belli d’Italia.

Bevagna mantiene la sua antica struttura e ambientazione medioevale. La parte più gradevole della visita sta proprio nel godersi quest’atmosfera autentica e lasciarsi andare, senza fretta e senza troppi pensieri.

Cosa vedere a Bevagna: palazzi storici e chiese medievali

Innanzitutto, lasciatevi conquistare dalle strette e caratteristiche viuzze che portano a piccole piazze disseminate di bar ed osterie.

Scorcio fiorito di un angolo caratteristico del borgo umbro di Bevagna, in provincia di Perugia

Passeggiate senza una meta, apprezzando ogni angolo di questo luogo raccolto, quasi fuori dal tempo.

Piazza Garibaldi e la Chiesa di San Francesco

Partiamo dalla zona più alta del borgo, nei pressi di Piazza Garibaldi dove troviamo la Chiesa di San Francesco. Risalente al XIII secolo, è nota perché conserva la pietra che, secondo la tradizione religiosa, sarebbe legata alla “Predica agli uccelli” di San Francesco. Proseguiamo verso Piazza Filippo Silvestri che dista a piedi 4-5 minuti.

Piazza Filippo Silvestri: il cuore antico

Una piazza da vedere e fotografare da tutte le sue prospettive. Trattasi della piazza principale di Bevagna, quella che si vede spesso nelle fotografie e alla quale si associa subito questo borgo.

Veduta su piazza Filippo Silvestri, nel centro storico di Bevagna

Tipico esempio di urbanistica medievale, Piazza Filippo Silvestri ha una caratteristica forma irregolare ed ospita:

  • la fontana monumentale;
  • il Palazzo dei Consoli con il Teatro Torti, quest’ultimo è il teatro più piccolo dell’Umbria e si trova qui dal 1886;
  • la Chiesa romanica di San Silvestro, legata a Palazzo dei Consoli da un’ampia volta cinquecentesca;
  • la Chiesa di San Michele Arcangelo.
Fontana monumentale della piazza principale del borgo umbro di Bevagna (Perugia)

Per quanto il borgo sia molto piccolo, la sua particolarità è che ospita diverse chiese, almeno una per ogni rione. Oltre a quelle già citate, abbiamo: la Chiesa e Monastero di S. Maria del Monte, la chiesetta della Madonna della Pia, la chiesa di Santa Margherita e quella di Santa Maria della Consolazione.

Chiesa di San Michele Arcangelo, nel centro del borgo di Bevagna a Perugia

Ma ciò che contraddistingue Bevagna sono soprattutto le antiche botteghe dei mestieri medievali organizzate in un vero e proprio circuito visitabile.

Le botteghe dei mestieri medievali

È presente una bottega per ogni gaita (gli antichi rioni): alla Gaita di San Giovanni si trova la cartiera, a quella di San Giorgio il dipintore, alla Gaita Santa Maria il setificio e a San Pietro si trova la cereria.

È quindi possibile seguire un circuito, visitare le varie botteghe e ammirare i mastri bottegai mentre vi illustrano gli autentici processi di lavorazione medievali.

Bottega dei maestri artigiani dove si lavorano le tipiche candele medievali di Bevagna

Li vedrete all’opera mentre utilizzano gli antichi strumenti e metodi di fabbricazione, dalla materia prima al prodotto finito. Prenotate una visita guidata alla cereria, proprio come ha fatto Stefania, e partecipate al laboratorio didattico per la creazione di una candela duplero, la candela medievale composta da due elementi attorcigliati con doppio stoppino e doppia fiamma.

Dettaglio delle candele duplero, tipiche candele medievali attorcigliate prodotte a Bevagna ancora oggi

Scoprirete ed imparerete, così, i segreti più antichi della storia dell’artigianato umbro. Per informazioni, biglietti e prenotazioni, recatevi presso l’Associazione Mercato delle Gaite in Piazza Silvestri, num. 1.

Cosa comprare a Bevagna: souvenir e prodotti gastronomici

Il souvenir per eccellenza da portarsi a casa? Senza dubbio un oggetto artigianale creato in una delle caratteristiche botteghe dei Mestieri medievali. Particolarissime le candele realizzate con prodotti naturali e secondo gli antichi metodi. Non resisterete alla tentazione di portarne almeno una a casa con voi!

Non mancano, ovviamente, gli eccellenti prodotti della gastronomia umbra come il vino di Montefalco, il prosciutto di Norcia o il tartufo che, come si può evincere dall’origine, provengono dalle zone limitrofe.

Eventi a Bevagna: il “Mercato delle Gaite”

Se c’è una cosa da vedere a Bevagna oltre ai luoghi d’interesse storico, questa è senza dubbio la sua manifestazione più rappresentativa: Il Mercato delle Gaite.

Trattasi dell’evento per eccellenza del borgo, festival medievale che si tiene tutti gli anni a fine giugno e che dura generalmente una settimana.

Stand di bevande medievali allestito durante il Mercato delle Gaite a Bevanga

La manifestazione consiste in una suggestiva rievocazione medievale che regala ai visitatori e agli abitanti del posto la sensazione di fare un vero e proprio tuffo nel passato. Tutto è curato nei dettagli e sembra di riscoprire la quotidianità dell’uomo medievale tra il 1250 e il 1350.

“Gaite” è il nome degli antichi quartieri: San Giovanni, San Giorgio, San Pietro e Santa Maria, ognuno con i suoi colori ed il suo gonfalone. Il Mercato delle Gaite, oltre ad essere una festa rappresentativa, è anche l’occasione per i quattro rioni di sfidarsi in una sentita competizione ed affrontarsi in specifiche sfide:

  • la disputa degli arcieri (Gara di tiro con l’arco);
  • la ricostruzione scenografica di due antichi mestieri per ogni rione (Gara dei Mestieri);
  • l’allestimento di un ambiente conviviale nel quale viene servito il cibo dell’epoca (Gara Gastronomica);
  • l’allestimento di un mercato rionale (Gara del Mercato).
Dettaglio del festival medievale "Il Mercato delle Gaite", che si svolge ogni estate a Bevagna

Passiamo ora ai consigli di Stefania su dove mangiare e dove dormire nel borgo di Bevagna.

Dove mangiare a Bevagna: ristoranti e cibi tipici

Un’osteria tipica dove gustare cibo di qualità e 100% locale è “N’Anticchia”, a pochi passi da piazza Filippo Silvestri. Andate a colpo sicuro perché questo locale è stato consigliato dal mastro ceraiolo della cereria!

Ordinate un maxi tagliere con salumi e formaggi locali, insalata cosparsa di scorze d’arancia, focaccia, pane abbrustolito e l’uovo in camicia con grattugiata di tartufo. Inutile puntualizzare la bontà e l’eccellenza delle materie prime, da leccarsi i baffi.

Dove dormire a Bevagna e dintorni

Se desiderate alloggiare in pieno centro storico, potreste pernottare all’Hotel Palazzo Brunamonti. La struttura, a gestione familiare, è ubicata all’interno di un palazzo storico che negli arredi conserva tutto il suo fascino antico. Dispone di camere matrimoniali, triple, quadruple e familiari Superior.

Se invece avete organizzato un tour più ampio alla scoperta di altre cittadine umbre e cercate un punto d’appoggio non necessariamente a Bevagna, prendete in considerazione la Residenza il Falchetto ad Assisi, ad una mezz’ora di auto dal borgo, proprio dove ha alloggiato Stefania.

Residenza il Falchetto ad Assisi, relax e panorami unici nel cuore della campagna umbra

È un bellissimo residence con piscina consigliato per la grande tranquillità della campagna in cui è immerso, oltre che per l’eccellente gestione.

Dove si trova Bevagna

Bevagna è un borgo umbro, si trova in provincia di Perugia, nella zona est della regione. A circa 7 km a sud di Bevagna si raggiunge il borgo di Montefalco, famoso per i suoi vigneti da cui viene prodotto l’eccellente vino rosso Sagrantino.

Bevagna-Perugia

Il borgo è a circa 40 minuti d’auto da Perugia.

Bevagna-Spello

Bevagna si trova a soli 10 km (15 minuti d’auto) da Spello e Foligno.

Bevagna-Assisi

Assisi dista 30 minuti d’auto da Bevagna.

Come arrivare a Bevagna

Ecco come raggiungere Bevagna in macchina e con il treno.

In auto

Da Nord: Autostrada del Sole A1, uscita Valdichiana, quindi SS. 75 direzione Perugia – Foligno – Bevagna.

Da Sud: Autostrada del Sole A1, uscita Orte, quindi SS. Flaminia direzione Terni – Spoleto – Foligno – Bevagna

In treno

Da Nord: linea Firenze – Terontola – Perugia – Foligno

Da Sud: linea Roma – Orte – Foligno


Hai trovato utile questa guida su cosa vedere a Bevagna? Scopri un altro affascinante borgo umbro: Gubbio. Nell’approfondimento trovi tutti i luoghi storici e le attrazioni da non perdere!