Borghi d'Italia, Weekend Italia

Cosa vedere a Gubbio: luoghi storici e consigli per la visita

Copertina: Cosa vedere a Gubbio, borgo medievale in Umbria

Gubbio è un borgo affascinante pieno di storia, buon cibo e abitanti molto cordiali. È una delle città medievali più belle dell’Umbria ed è assolutamente da vedere. Ecco, allora, cosa vedere a Gubbio: i luoghi storici e le attrazioni che (secondo me) non si devono proprio perdere.

Visitare Gubbio: Benvenuti in un vero borgo del Medioevo

Come iniziare ad introdurvi la bella Gubbio? Una volta parcheggiata l’auto ed entrati nelle antiche mura, vi troverete a passeggiare lungo strade parallele che corrono su diversi livelli tutti in salita e, devo dire, che vie e vicoletti sono abbastanza ripidi ma pieni di scorci da fotografare! Basta procedere con tutta calma e godersi ogni angolo, il gioco vale la candela.

Passeggiando per Gubbio, scorcio sulla città da un vicolo vicino Piazza Grande

Ma nel caso in cui non vogliate affrontare le stradine scoscese del centro storico o magari siete con bambini e passeggini al seguito, non scoraggiatevi perché potete sempre contare su un efficiente servizio di ascensori pubblici gratuiti che in pochi minuti vi porteranno un po’ ovunque.

Le vie di Gubbio si fanno notare per i loro edifici monumentali, le case in pietra scura con finestre ad arco e davanzali in tipico stile medievale. Focalizzatevi sulle porte lungo le strade: sarà che a me affascinano tanto ma queste, in legno e incorniciate con pietra, sono particolarissime e perfettamente integrate nell’ambiente circostante. Molto instagrammabili!

Porta medievale in legno scuro, lungo la salita per Piazza Grande a Gubbio

Cosa vedere a Gubbio: 3 cose da non perdere assolutamente

In giro per Gubbio, ecco tre luoghi imprescindibili:

1. Piazza Grande, la piazza “sospesa” con il Palazzo dei Consoli

Il Palazzo dei Consoli è uno degli edifici medievali più iconici di Gubbio. Si trova in Piazza Grande, la scenografica piazza dalla quale si staglia una vista bellissima sul borgo, sulla valle e sulle campagne umbre. Fermatevi un momento, respirate a pieni polmoni e godetevi il panorama.

Piazza Grande a Gubbio: panorama sulla città e la vallata umbra

Una vera sorpresa proprio accanto al Palazzo dei Consoli sono gli archi che incorniciano gli edifici in pietra sottostanti. Un quadretto tutto da immortalare.

Scorcio di Gubbio, sotto gli archi del Palazzo dei Consoli

2. La Fontana del Bargello, anche detta Fontana dei Matti

Questa fontana del XVI secolo si trova in Via dei Consoli, sulla strada in salita che porta a Piazza Grande. Per tradizione, potete ottenere la licenza di “pazzo di Gubbio” correndo tre volte intorno alla fontana e ricevendo una sorta di battesimo con la sua acqua – ma avrete bisogno di un abitante del posto per eseguire il rituale.

Fontana del Bargello (anche detta Fontana dei Matti), in via dei Consoli al centro di Gubbio

Riceverete quindi la patente che attesta che vi siete guadagnati la “follia” insieme alla cittadinanza onoraria.

Gubbio: Patente da Matto, di fronte alla Fontana del Bargello in Via dei Consoli

3. Il Duomo di Gubbio

Il Duomo di Gubbio, dedicato ai Santi Mariano e Giacomo, si trova nella parte alta della città e per raggiungerlo si percorrono queste piccole vie che si arrampicano fino a su.

Ma volendo, lo si può raggiungere anche con gli ascensori di cui vi parlavo prima, proseguendo poi per un breve tratto in salita ma non troppo impegnativo. All’esterno è piuttosto austero, con un bellissimo rosone sopra il portale principale, e la facciata dà su una piccola piazza proprio di fronte al cortile del Palazzo Ducale.

Duomo di Gubbio: dettaglio della facciata gotica esterna

All’interno si respira un’atmosfera gotica, proprio come è il suo stile.

Duomo di Gubbio: dettaglio della navata centrale

Infine, ci sono due altri luoghi d’interesse che vorrei segnalarvi a Gubbio.

La Basilica di Sant’Ubaldo

La Basilica dedicata al Patrono di Gubbio, con il suo piccolo museo, si trova sulla cima del Monte Ingino (a 908 metri di altezza circa!).

Si raggiunge con un viaggio in funivia che dura poco più di 5 minuti ed il panorama sulla vallata e sulla città è di quelli che si fanno ricordare. Nella navata destra sono esposti i tre grandi Ceri in legno, protagonisti della Corsa dei Ceri di Gubbio che si svolge ogni anno il 15 maggio.

Il Teatro Romano

Appena fuori dal centro di Gubbio, si trovano gli antichi resti di un teatro romano. Personalmente mi ci sono trovata solo di passaggio e l’ho quindi ammirato dall’esterno, ma con pochi euro potete eventualmente anche entrare e visitare i reperti trovati anche in altre ville romane della zona.

A pochi passi, potete parcheggiare la vostra auto comodamente e gratuitamente per visitare tutta Gubbio.

Gubbio e Don Matteo: i luoghi della fiction

La caserma dei Carabinieri (Nino Frassica e Flavio Insinna) in cui si svolgono tantissime delle scene della serie si trova in Piazza Grande, che ospita l’edificio di Palazzo Pretorio.

Proprio accanto alla piazza vi imbatterete, poi, nel “bar di Don Matteo” (Caffè Ducale) dove troverete foto dei personaggi del film con le relative dediche, potrete sedervi ad un tavolino e farvi un selfie indossando il basco di Don Matteo ed il cappello da carabiniere del maresciallo Cecchini.

Bar di Don Matteo, Caffé Ducale, in Piazza Grande a Gubbio

Cosa mangiare a Gubbio?

Partendo dal presupposto che ho trovato buonissimo un po’ tutto quello che ho assaggiato a Gubbio, c’è una specialità in particolare di cui la città va fiera e di cui vi voglio parlare.

Se non lo sapevate già, l’Umbria è il cuore dell’industria italiana del tartufo e produce le maggiori quantità di tartufo nero nel Paese.

Dettaglio di un gustoso piatto di Tagliatelle al tartufo nero di Gubbio

I tartufi sono un ingrediente principe della cucina umbra e ho sentito dire che da queste parti ci si dedica spesso come hobby proprio alla caccia al tartufo. Bruschette, pasta, grigliate di carne, insalate, zuppe, stufati: c’è sempre un delizioso accenno di questa specialità nelle pietanze della cucina eugubina!

Anche nei migliori ristoranti troverete il tartufo in quasi tutti i piatti in menu. E se volete portarne un po’ a casa per voi o come ho fatto io per regalarlo a parenti e amici, ovunque ci sono piccoli negozietti che ne vendono in quantità e in tutte le salse: olio al tartufo, formaggio al tartufo, salami al tartufo e ovviamente interi tartufi bianchi e neri.

Un’altra pietanza caratteristica di Gubbio è la Crescia al Panaro cioè una sorta di focaccia che viene generalmente servita per accompagnare salumi e formaggi locali oppure va mangiata già farcita. Viene cotta sotto la cenere sul cosiddetto “panaro” di ferro.

Visitare Gubbio: consigli utili

Dal parcheggio ai suggerimenti su come spostarsi per il borgo, ecco un paio di consigli che possono tornarvi utili:

Dove parcheggiare a Gubbio?

Ho fatto una piccola ricerca prima di partire e ho piacevolmente scoperto che a Gubbio si può parcheggiare (gratuitamente) fuori dalle mura nel parcheggio del Teatro Romano o nel Parcheggio del Seminario. A piedi, sono entrambi vicinissimi al centro storico.

Come muoversi a Gubbio e girare per la città?

Gubbio è raccolta e si lascia passeggiare senza perdere il senso dell’orientamento. Tra l’altro ho trovato utilissima la segnaletica a mappe che indicava ogni punto di interesse e in quale direzione andare per arrivarci. Senza il rischio di perdersi il meglio da visitare.

Dove dormire a Gubbio? Hotel, B&B e appartamenti consigliati

Io ho alloggiato presso l’appartamento Happy House – Quartiere Monumentale che, devo dire, ha superato le mie aspettative: dalla comunicazione con il proprietario che è stato sempre disponibile e cortese, ai servizi, al comfort, alla posizione in pieno centro storico, non posso che recensire ottimamente questa struttura.

Camera da letto dell'appartamento "Happy House - Quartiere monumentale" a Gubbio

Vi lascio altri due indirizzi consigliati:

L’ Hotel Gattapone***, vicinissimo a Piazza Grande, dispone di diverse tipologie di camere, dalle standard matrimoniali, alle suite, alle triple o quadruple.

La colazione è sempre inclusa nel costo della prenotazione e ben recensita ed inoltre la struttura ammette anche i nostri amici a 4 zampe. E a pochi metri potete fermarvi a mangiare nel ristorante convenzionato “Officina dei Sapori”.

Casa “Don Matteo” si trova in posizione centralissima nel centro storico, a 2 minuti da Corso Garibaldi, la via con i negozi e le attività commerciali di Gubbio. Si tratta di un intero appartamento con due camere da letto e due bagni, ideale per famiglie o coppie di amici.


Sarete a Gubbio a Natale o comunque nel periodo delle festività natalizie? Gubbio diventa un posto magico. Ve ne parlo meglio nel mio articolo dedicato agli eventi del Natale a Gubbio.