Salerno & dintorni, Weekend Italia

Cosa vedere in Costiera Amalfitana: le tappe più belle della “Divina”

panorama costiera Amalfitana dal mare

In questo articolo vi svelo cosa vedere in Costiera Amalfitana: le località più belle e le esperienze da non farsi mancare in una delle destinazioni turistiche più rinomate in tutta Italia e nel mondo. Questo tratto di costa montuosa si colloca tra Napoli e Salerno, abbraccia la costa della penisola Sorrentina e comprende alcune cittadine stupende circondate da monti, suggestive spiagge e paesaggi mozzafiato. Non mancano, poi, una moltitudine di hotel di alta qualità e ristoranti di classe.

Spostarsi da e verso la Costiera Amalfitana è semplice, il trasporto è ben sviluppato grazie principalmente ad autobus e traghetti che conducono in tutti i suoi paesi, borghi e cittadine. Scopri qui come raggiungere la Costiera Amalfitana da Salerno.

Paesi della Costiera Amalfitana: le tappe più importanti

Per un soggiorno “mirato” in Costiera Amalfitana, queste sono le tappe che non devono mancare.

Vietri sul mare: ceramiche, spiagge e uno sguardo sul Golfo

Passeggiare per questa caratteristica località ti farà sentire come se stessi visitando un “museo delle ceramiche” a cielo aperto. Le ceramiche fatte a mano si trovano esposte in tutti i suoi negozietti e laboratori artigianali e sono veramente deliziose. La tradizione dei maestri ceramisti vietresi si tramanda di generazione in generazione.

Composizione esposta di coloratissime ceramiche vietresi
  • Già che ci sei, fai un salto alla fabbrica di ceramiche Solimene in via Madonna degli Angeli, gli oggetti hanno decori incantevoli e sono di ottima fattura. Sono sicura che non uscirai a mani vuote!

La Chiesa principale di Vietri dedicata a San Giovanni Battista ha le sue origini nel X secolo, è quindi molto antica e nel tempo ha subìto varie ristrutturazioni. Si trova nel centro storico di Vietri sul Mare ed è facilmente riconoscibile da lontano per la sua cupola ottagonale in maiolica.

  • Appena oltre il centro storico, nella parte più alta di Vietri in direzione Salerno, raggiungi la Villa Comunale: ti aspetta una veduta bellissima sul Golfo che catturerà lo sguardo ed il cuore. Il percorso è corredato da panchine e muretti con i tanti colori vivi delle maioliche: fermati e goditi il panorama!
Vista sul Golfo di Salerno dalla Villa Comunale di Vietri

Scendendo giù in zona Marina di Vietri, troverai poi un lungo tratto di spiaggia e, di fronte, case dall’aspetto pittoresco. Tra queste spicca la casetta variopinta del “Pescatore Gentiluomo”, un’esplosione di azzurro, rosa e colori vivaci. Ti sembrerà quasi di stare a Burano o nel paese delle favole ed è super instagrammabile. Ti accorgerai del perché!

Come arrivare alla Casa del Pescatore di Vietri? In realtà non è facilmente visibile  perché un po’ nascosta, bisogna quindi sapere dove dirigersi. Arrivati al bivio di frazione “Marina”, gira a sinistra, in direzione opposta al presepe permanente di Vietri (altra chicca da non perdere). La casetta è nell’interno, in uno dei vicoletti lungo la strada di fronte al lungomare.
Dettaglio delle ceramiche colorate su una facciata della "Casetta del Pescatore" a Vietri sul Mare (SA)

Vietri sul mare è una di quelle cittadine da non perdere per te che hai deciso di trascorrere qualche giorno nell’incantevole costa campana.


Cetara: un borgo autentico tra spiagge e… colatura di alici

Si tratta di uno dei borghi più autentici e incontaminati della Costiera Amalfitana. Questo piccolo insediamento gode di una particolarità interessante: non è nato da e per il turismo, conserva infatti tutto il suo fascino originale. 

Qui i pescherecci lavorano quotidianamente e potrai osservare i pescatori in azione: questo ti permetterà di assaporare ed immergerti ancora di più nell’atmosfera della vita costiera!

E proprio la vita prettamente costiera fa di Cetara il luogo perfetto dove assaggiare specialità a base di pesce servite nei ristoranti locali, in primis la colatura di alici che è proprio uno dei simboli di questo posto.

Piatto di spaghetti con colatura di alici di Cetara

Le alici vengono portate a maturare sotto sale per tre mesi in botti di legno, dove viene praticato un piccolo foro sul fondo. Questo permette al liquido ambrato di filtrare. Questo liquido è la colatura di alici, appunto, frutto del lento e accurato processo di maturazione e pressatura delle alici salate.

  • È un prodotto che sa accompagnare con gusto una qualsiasi portata di pasta o di verdure, ma è anche in grado di dare un sapore più ricco al pesce. Perfetto da usare anche come condimento a crudo!
Le spiagge più famose a Cetara? Quella chiamata “della Torretta”, che ha infatti come sfondo la grande Torre e la spiaggia “del Porto”, situata proprio alle spalle del porto cittadino. Si tratta di spiagge con un tratto libero e gratuito, ma anche con zone lido dove poter noleggiare ombrellone, sdraio e lettini.

Maiori e Minori tra mare, shopping e rinomate pasticcerie

Se vuoi rilassarti su un’ampia spiaggia e ringiovanire mente e anima, Maiori è il posto giusto! La spiaggia è divisa in due sezioni, entrambe con belle sabbiature che si incontrano con le limpide acque del Mediterraneo.

Chi desidera andare oltre la vita da spiaggia, può trascorrere una piacevole mattinata o un pomeriggio all’insegna degli acquisti su Corso Reginna, la via dello shopping con negozi, bancarelle e caffetterie dove ristorarsi.

Panoramica del Corso Reginna di Maiori

Non dimenticare Minori, più piccola di Maiori, attaccata a quest’ultima lungo la strada costiera. Qui dal 1989 la pasticceria Sal De Riso stuzzica il palato di locali e visitatori. Situata di fronte al lungomare di Minori, nel giro di pochi anni è diventata una delle pasticcerie più apprezzate della provincia di Salerno e non solo.

I premi e i riconoscimenti internazionali sono una conseguenza della bontà dei sapori che si gustano da De Riso. Prova i suoi dolci al limone (rigorosamente della Costiera Amalfitana!), famosi in tutto il mondo.
Dettaglio della famosa Delizia al limone di Sal De Riso

Ravello: il Duomo e le Ville panoramiche

Vogliamo parlare di Ravello? Che dire, da qui potrai ammirare forse la migliore delle viste sulla Costiera Amalfitana!

Ravello si trova sulla cima delle montagne tra Amalfi e Maiori, ed è molto più rilassata e riservata rispetto alle più affollate località turistiche lungo la costa.

Due delle attrazioni principali di Ravello sono Villa Rufolo e Villa Cimbrone, costruzioni di origine romana che offrono uno dei migliori panorami su tutta la “Divina” Costiera. Sono luoghi fantastici per rilassarsi, godersi la vista (e la vita) e crogiolarsi sotto i raggi del sole.

Panorama mozzafiato dalla terrazza di Villa Rufolo a Ravello

Ravello offre anche una serie di ristoranti con terrazze all’aperto dove pranzare o cenare in un ambiente romantico. Di sera specialmente, la location è super suggestiva! La Piazza Centrale merita poi una visita per il suo Duomo e la Galleria d’Arte.

Il Duomo di Ravello è uno scrigno di spiritualità e bellezza, regale nella sua semplicità. Già dall’esterno il portone di bronzo cattura subito l’attenzione. E dentro, si respira un’atmosfera senza tempo. Si compone anche di una cripta contenente mosaici caratteristici, sculture e un reliquiario d’argento. Fermarsi sui suoi gradini per una foto, è di rito.

Amalfi: dal Duomo di Sant’Andrea ai negozietti di souvenir

Siamo arrivati alla città forse principale di questa bellissima costa, spesso piena di turisti. Come gli altri paesi costieri, Amalfi è davvero incredibile, con le sue case e negozietti tutti da girare a piedi.

Parcheggio Amalfi: dove lasciare l’auto?

Ad Amalfi è disponibile un parcheggio che si trova nella piazzetta capolinea dei bus, proprio appena si entra nella cittadina.

Ma considera che i posti non sono poi così tanti quindi il più delle volte si gira e si rigira per riuscire a sistemare l’auto. Consiglio: Lascia la macchina al grande parcheggio multipiano custodito “Luna Rossa”, si trova lungo la strada, poco prima di arrivare ad Amalfi. Una volta posteggiata la macchina, raggiungi il centro in pochissimi minuti di passeggiata. Il parcheggio è ubicato 200 metri dopo la galleria che collega Atrani ad Amalfi. Costi orari: dai 3 ai 5 euro ora, in base alla stagione.

Piazza Duomo è forse il luogo principale da visitare: la facciata della Cattedrale ti colpirà subito, coperta da un opulento motivo a strisce di pietra. Stiamo parlando della Cattedrale di Sant’Andrea: costruita nei primi anni del 1200, si colloca in cima ad una ripida rampa di scale.

Le scalinate del Duomo di Amalfi sono sempre piene di visitatori e turisti che di godono il sole, la vista sulla piazza antistante e scattano qualche selfie!

Dettagli della facciata principale della Cattedrale di Sant'Andrea ad Amalfi

L’esterno del Duomo è di influenza araba e al suo interno riposano le reliquie di Sant’Andrea Apostolo, patrono di Amalfi, al quale sono stati anche attribuiti numerosi miracoli nel corso dei secoli, tra cui uno che ancora oggi pare verificarsi: un liquido denso chiamato ‘manna’ compare sulla sua tomba. I credenti affermano che tale evento avvenga da sempre, da quando Sant’Andrea era sepolto a Patrasso e Costantinopoli. La manna viene raccolta in una fiala di cristallo la vigilia della festa del santo e in altre festività religiose durante l’anno.

Connessi alla Cattedrale, inoltre, ci sono un piccolo museo (Museo Diocesano), la Cripta e l’affascinante Chiostro del Paradiso con affreschi di origine medievale. Il biglietto cumulativo per visitarli costa 3 €.

Notizie Costiera Amalfitana: Il Duomo si rifà il look

Per ammirare ed immortalare la facciata della Cattedrale di Sant’Andrea in tutta la sua bellezza, bisognerà attendere diversi mesi.

La Facciata del Duomo di Amalfi sarà infatti coperta da ponteggi e impalcature fino ad ottobre 2020 a causa di lavori di restauro e messa in sicurezza.

Ad Amalfi puoi fare un giro sul lungomare, allungarti sul pontile del porto e vivere l’atmosfera delle tipiche botteghe costiere e nel centro storico.

Il souvenir da non farti mancare? Una bottiglietta del tradizionale limoncello di Amalfi, liquore tipico della Campania. Di sicuro attirerà la tua attenzione il negozietto proprio di fronte alla scalinata del Duomo. Ma di botteghe ne troverai un po’ ovunque!
Dettaglio di una bottega tipica di souvenir al centro di Amalfi

Dopo aver visitato l’imponente Cattedrale di Sant’Andrea, passeggia per le stradine e i portici in salita e, se fa particolarmente caldo, fermati in un baretto ad ordinare una granita. Poi goditela mentre assapori la frizzante brezza marina che si sente fin nel cuore di Amalfi.

Furore e Conca dei Marini

Furore è una località spesso “trascurata” ma, se sei di strada, ti consiglio di fermarti a vederla. Le strade che portano alla cittadina si innalzano attraverso scogliere calcaree e file di terrazze ricche di splendidi vitigni.

All’interno dei confini della cittadina troverai vari affreschi che decorano le pareti di alcune abitazioni e negozi. Questi murales sono stati dipinti a mano e mostrano scene colorate della vita in Costiera Amalfitana.

Impossibile non citare Marmeeting, l’internazionale gara di tuffi dal fiordo di Furore. L’evento raccoglie ogni anno migliaia di spettatori da tutto il mondo che arrivano per vedere le incredibili acrobazie degli atleti. I tuffi dalle grandi altezze vengono fatti da piccole piattaforme, costruite sul ponte del fiordo.
Panorama mozzafiato del Fiordo di Furore

Conca dei Marini è abbracciata dagli scogli, famosa per la Grotta dello Smeraldo e la squisita sfogliatella Santa Rosa.

Si tratta di una conca naturale protesa verso il mare, un paesino incantevole con poche centinaia di abitanti che vivono in case sulla spiaggia o in quelle bianche posate sulla scogliera.

Un tempo, Conca dei Marini era solo un borgo di pescatori. Oggi vive anche di turismo senza perdere il suo fascino passato.

Positano: la perla della Costiera Amalfitana

Eccoci arrivati alla perla della Costiera Amalfitana: per molti il panorama che regala Positano è tra i più belli del mondo! Viene spesso considerata, infatti, una delle città più pittoresche a livello internazionale. Ed è facile capire perché, quando si osservano quelle belle case colorate che fiancheggiano la montagna, digradanti verso il mare.

Case colorate digradanti verso il mare a Positano
Positano si trova sulla costa meridionale ed è accessibile in auto e in pullman. Ma, se deciderai di prendere il traghetto per arrivarci, sarà un’ottima scelta: venendo dal mare Positano offre il meglio di sé! 

Se puoi ed è un’attività che potrebbe interessarti, ti consiglio di noleggiare un’imbarcazione con skipper: prova ad ammirare la città direttamente da questa prospettiva. Il panorama sulle case e sulle montagne è sublime e lo scenario da cartolina.

Inoltre da Positano, potresti approfittare di un tour in barca che ti porta a Capri. L’alternativa più economica per partire da Positano e fare il giro in barca dell’isola di Capri è quello di unirti ad un tour condiviso: parti in barca insieme ad una decina di persone, arrivi a Capri, hai anche la possibilità di scendere a terra per un paio d’ore, e poi rientri a Positano. Il prezzo medio è di 35 euro a persona, andata/ritorno più una tassa di circa 2,50 euro.

La spiaggia principale di Positano può risultare un bel po’ affollata in piena stagione; non aspettartela incontaminata – anzi, in verità è molto turistica! – ma è comunque una bella spiaggia ciottolata che ti permetterà di goderti una bella nuotata rinfrescante con alle spalle una scenografia di tutto rispetto.

Sotto l'ombrellone, in spiaggia a Positano

Tour della Costiera Amalfitana in un giorno: 3 esperienze da non perdere

Se hai poco tempo a disposizione ma non vuoi perderti le meravigliose attrattive della Costiera Amalfitana, ci sono alcune esperienze che da buona campana, vorrei consigliarti:

Da Salerno alla Costiera Amalfitana in traghetto

Per raggiungere la Costiera Amalfitana da Salerno, le soluzioni sono molteplici, adatte per ogni tipo di viaggiatore, da chi non vuole perdersi proprio nulla del panorama viaggiando in autobus a chi preferisce, invece, assaporare l’aria di mare e il paesaggio costiero a bordo di un traghetto.

Noleggiare un’auto può anche essere un’alternativa, ma tieni presente che stiamo parlando di una strada un po’ ostica da gestire se non la si conosce, con curve e tornanti. 

Perché arrivare in Costiera Amalfitana in traghetto è interessante? Semplice:
– Niente curve, mal d’auto e costi del parcheggio;
– Il panorama dal vaporetto è di quelli che si fanno ricordare, fotografare e instagrammare!
Tragitto in traghetto per raggiungere la Costiera amalfitana da Salerno

In ogni caso, qualunque sia il mezzo che userai per arrivarci, ti consiglio vivamente di prenotare il tuo b&b o hotel in Costiera Amalfitana con largo anticipo se viaggerai in alta stagione.

Limoncello della Costiera: sorseggialo su una terrazza vista mare

Rilassati in una delle tante terrazze o locali che si affacciano sul mare. Prova il limoncello, ottimo digestivo dal sapore dolce che si produce proprio in Costiera Amalfitana.

Dove mangiare in Costiera Amalfitana? Cena a base di pesce!

Di ristoranti e locali dove mangiare bene in Costiera Amalfitana ce ne sono e come! Ma se posso darti un consiglio prenota un tavolo al ristorante Santa Croce in località Nocelle a Positano. Goditi questa piacevolissima location sul mare e ordina un piatto rigorosamente a base di pesce: dalla pasta con le cozze, all’insalata di salmone o anche un semplice pesce grigliato.

Il Sentiero degli Dei: escursioni e trekking in Costiera Amalfitana

La Costiera Amalfitana è una delle parti più belle d’Italia, ma, diciamocelo, anche una delle più affollate. Ho deciso quindi di parlarti in breve di un angolo più tranquillo della costa: hai mai sentito parlare del Sentiero degli Dei?

Si tratta di un percorso naturalistico lungo un sentiero di montagna che si estende al di sopra della Costiera Amalfitana. La parte principale dell’itinerario a piedi è lunga 6,5 chilometri ed è di moderata difficoltà. Se sei un escursionista esperto lo troverai certamente semplice da percorrere; se non lo sei ma ti piace il trekking puoi comunque cimentarti senza problemi.

Panorama sul golfo dal Sentiero dei Dei

Il tour diventa un po’ più complicato se inizi o finisci nelle città costiere di Praiano o Positano. Queste sono connesse al sentiero da ripide scale di oltre 1500 gradini. 


Hai visto, c’è molto da vedere in Costiera Amalfitana. Tra cittadine immerse nell’intrepida e frizzante atmosfera marina, paesaggi pittoreschi e una gastronomia tutta da provare, hai tutto a disposizione per un soggiorno da vivere all’insegna del relax, della cultura e del divertimento.